La volatilità dei prezzi USD / MXN continua come barriera superiore sul lato delle sonde

La volatilità dei prezzi USD / MXN continua mentre le sonde di coppia Barriera superiore a USD. Cosa significa questo?

La coppia del Peso messicano e del Dollaro USA è cresciuta di oltre il 5% oggi dopo il loro breve toccasana alla fine di marzo, provocato dalla prima ondata di shock della crisi bancaria cinese. Tuttavia, mentre la coppia sta godendo i suoi recenti guadagni, c’è il rischio che l’aumento possa essere ostacolato o invertito mentre i commercianti di forex valutano il nuovo panorama creato dallo scoppio della bolla della “ricchezza di carta” del paese.

All’epoca non sapevano che sarebbe diventato così presto dopo. Il nuovo presidente del Messico è stato inaugurato il 22 febbraio, quindi ora siamo a poche settimane da dove stavano andando le cose. La rottura di ieri è seguita all’arrivo del primo prodotto petrolifero da Cushing, Oklahoma, il cuore dell’industria della raffinazione degli Stati Uniti.

Abbiamo notato ieri che mentre la coppia USD / MXN ha mostrato le solite variazioni stagionali e una maggiore volatilità, ha anche mostrato ciò che alcuni osservatori hanno definito la volatilità dei prezzi “Big Stick”. Quando il prezzo si muove in una direzione, la coppia tende a resistere, mentre quelle opposte tendono a rimanere ferme e facili da supportare. Nel caso di USD / MXN, la mossa di Big Stick ha avuto luogo al valore della valuta leggermente al di sotto del livello psicologico di 1,20 USD / MXN.

Abbiamo notato al momento che la coppia stimola la coppia USD / AUD come discusso nel nostro precedente articolo. Questa è una grande preoccupazione per alcuni, poiché le due valute sono strettamente legate tra loro.

Un ritardo di un giorno nell’adeguare le valutazioni in tutto il mondo dovrebbe evitare una grande “stagflazione” (termine finanziario) – Bolla Leveraged?

Ma se guardi alla storia delle principali coppie di valute, come l’USD / USD e l’USD / CHF, noterai che una crescita massiccia e sostenuta a lungo termine delle valutazioni avviene solo quando le economie in queste coppie sono sostanzialmente simili. Il risultato di ciò è che anche quando c’è un forte rialzo dei tassi di cambio, di solito c’è una svendita gigante in quest’ultima valuta. Il classico esempio di ciò è il famigerato “mercato degli orsi” del 2020.

Uno dei motivi principali di ciò è che c’è una tendenza per le economie a crescere ad un ritmo molto simile e per un periodo di tempo molto lungo, come si vede nelle odierne economie di Giappone e Cina. In molti casi, ciò significa che gli è stato permesso un accumulo molto più grande di debiti in valuta, ma ciò non significa che la situazione debba continuare nello stesso modo per molto tempo.

Mentre questo può essere visto in paesi come Canada, Germania, Italia, Francia, Corea del Sud, Taiwan, Singapore, Australia, Canada, Regno Unito, Stati Uniti, Italia e persino il dollaro USA, il punto è che il fatto che il le più grandi economie del mondo sono relativamente vicine l’una all’altra rende meno probabile che la stessa massiccia ripresa e caduta delle valute possano continuare di nuovo. Come accennato in precedenza, ci vuole un po ‘di tempo prima che le tendenze maturino e si stabiliscano, ma una volta che lo fanno, il pericolo è che possa svilupparsi una bolla sovradimensionata, prima che possa verificarsi una correzione inevitabile.

Inoltre, esiste un pericolo molto reale che l’enorme rally nelle coppie USD / MXN e USD / USD non abbia un risultato duraturo né per la valuta né per l’economia globale. Piuttosto, potrebbe esserci un rimbalzo più forte in una valuta e una volta stabilito il rally correttivo, ciò potrebbe eliminare l’eccesso dell’altra valuta causando un’inversione nella direzione opposta alla tendenza.

Pertanto, notiamo che l’attuale rally si basa su due fattori che sono molto basati sulle economie molto forti negli Stati Uniti e in Cina. Se questi due paesi continuano con questo tipo di crescita, non vi è dubbio che saranno in grado di mantenere guadagni sostenuti e ingenti in entrambe le loro valute.

È troppo tardi per tagliare le valute a metà prima della chiusura della prima era di forti bolle economiche?