Previsioni AUD: dollaro australiano vulnerabile a causa dell’aumento della compiacenza

Il rapporto sulla stabilità finanziaria per l’Australia (FSR) pubblicato dall’Australian Bureau of Statistics (ABS) afferma che la previsione dell’AUD: dollaro australiano vulnerabile come compiacenza cresce. Questa affermazione, secondo l’ABS, è stata tratta da un’analisi dei dati economici australiani dal 2020-2020. La conclusione è in linea con alcune delle previsioni più pessimistiche avanzate dagli economisti australiani negli ultimi anni.

A loro avviso, questa analisi dell’ABS sottolinea la necessità di affrontare le debolezze dell’economia australiana già adesso. A breve termine, il problema sembra essere che il dollaro australiano è sopravvalutato rispetto al dollaro USA. Questa sopravvalutazione è stata un tema costante nei dati economici del paese negli ultimi anni. Tuttavia, ci sono alcune prove che suggeriscono che questo tasso di cambio sopravvalutato potrebbe aumentare la competitività delle società australiane rispetto ad altri paesi in tutto il mondo. Date le deboli prospettive economiche per la maggior parte dei paesi, questa potrebbe essere una considerazione importante per il governo australiano al fine di affrontare il debole potenziale di crescita del paese.

Nella sua analisi, il rapporto rileva inoltre che uno dei modi possibili per correggere il tasso di cambio sopravvalutato potrebbe essere quello di aumentare la produzione interna di beni capitali del paese. La produzione interna di beni capitali può essere un potente stimolo per la crescita dell’economia. È anche una componente essenziale delle relazioni commerciali tra Australia e Stati Uniti ed è importante che questo fattore sia preso in considerazione in qualsiasi analisi che tenti di determinare se l’economia australiana ha margini di miglioramento.

In altre parole, se l’economia australiana non è in grado di correggere il tasso di cambio sopravvalutato, il governo potrebbe dover considerare la possibilità di adottare alcune misure fiscali per mitigare la situazione. Naturalmente, qualsiasi azione fiscale porterà inevitabilmente a una sorta di perdita di entrate nel processo. Tuttavia, è importante capire che la perdita di entrate può essere inferiore alla perdita di investimenti se si tiene conto del disavanzo e si compensa con qualsiasi crescita prevista.

C’è anche il rischio che il tasso di cambio sopravvalutato possa impedire al governo di ottenere l’accesso a finanziamenti esterni per le sue priorità di bilancio. Ciò potrebbe essere particolarmente importante se il governo intraprendesse determinate politiche o programmi al fine di migliorare le prestazioni di produttività dell’economia.

A causa dell’incertezza che è stata avvertita da molti economisti australiani in passato, l’analisi futura è particolarmente critica. In quanto tale, c’è molto lavoro da fare. In quanto tale, sarebbe un’ottima idea per i cittadini australiani istruirsi sull’argomento prima di prendere una decisione in merito.

Inoltre, è importante che tutte le persone coinvolte negli sforzi dell’Australia siano consapevoli dei rischi che potrebbero derivare dal non affrontare la situazione ora. Ad esempio, molte persone sostengono che la sopravvalutazione della valuta potrebbe essere un freno importante per il potenziale di crescita dell’Australia.

In tal caso, il governo dovrebbe prendere in considerazione l’adozione di misure per contrastare questi effetti negativi, il che probabilmente ridurrà la sua capacità di attrarre nuovi investimenti e stimolare la crescita futura. Pertanto, sarebbe saggio fare qualche ricerca e studio prima di prendere una decisione sull’opportunità o meno di consentire o meno alla sopravvalutazione della valuta di prevalere sugli aspetti positivi dell’economia australiana.

Oltre alle suddette preoccupazioni, ci sono alcuni analisti che suggeriscono che l’economia australiana è già in declino da tempo. Anche se può essere vero che il dollaro australiano si è apprezzato negli ultimi mesi, resta la vera questione se questo apprezzamento sia stato causato da un rallentamento economico o se fosse già avvenuto al momento del recente rialzo.

Quest’ultimo può essere vero, ma ci vorrà del tempo prima che la situazione si inverta, il che significa che gli investitori devono rimanere vigili sul potenziale di crescita dell’economia prima di prendere decisioni finali. È anche importante ricordare che gli sforzi dell’attuale governo per stimolare l’economia potrebbero avere solo parzialmente successo e che qualsiasi tentativo di cambiare le prospettive a lungo termine causerà probabilmente una riduzione del valore della valuta.

Gli investitori devono essere consapevoli di tutti questi sviluppi, anche se in futuro potrebbe esserci ancora un po ‘di ottimismo. Tuttavia, gli investitori dovrebbero essere pronti a subire una lieve flessione se la situazione rimane la stessa.