Prospettive fondamentali del prezzo del petrolio impantanate da un grande blocco

È difficile credere che i prezzi del petrolio siano ancora bloccati nella stasi di una prospettiva ribassista estesa, date le notizie dalla Cina. La banca centrale ha tagliato i tassi di interesse e ha annunciato una serie di misure volte a prevenire il deprezzamento della valuta. Nel processo, l’economia cinese continua a soffrire e l’attività economica sembra rallentare, nonostante le misure.

Nonostante gli impatti economici negativi che un calo della produzione di petrolio può avere sull’economia mondiale, la maggior parte degli investitori e degli analisti continua a ignorare l’impatto sui prezzi del petrolio. Un aumento sostenuto del prezzo del petrolio potrebbe provocare danni all’attività economica globale. Dato che si prevede che la domanda globale di petrolio rimarrà elevata per il prossimo futuro, sembra improbabile che il petrolio diventi un fattore significativo nell’attuale contesto economico e politico globale.

Al contrario, se i prezzi del petrolio restassero ai livelli attuali, indicherebbe che i principali indicatori economici puntano ancora verso una sana ripresa dell’economia globale. Dato che l’economia cinese ha mostrato segni di ripresa, è probabile che i prezzi del petrolio aumentino. Di conseguenza, la crescita economica globale subirà un duro colpo e il dollaro USA si rafforzerà rispetto alle altre valute. Queste preoccupazioni economiche indurranno la Federal Reserve statunitense a inasprire la politica più frequentemente e spingere il paese in recessione.

Al contrario, se i prezzi del petrolio aumentano, ciò causerà un drastico calo dei costi e creerà un’opportunità per gli investitori di trarre vantaggio e trarre profitto dal calo dei prezzi. Se le attuali prospettive economiche sono valide, anche le prospettive economiche future saranno influenzate negativamente, portando gli investitori a dare un’occhiata alle potenziali opportunità di profitto.

Per capire come il prezzo del petrolio possa influenzare l’economia statunitense, gli investitori devono prima capire perché c’è una preoccupazione così diffusa nei media circa l’effetto dei bassi prezzi del petrolio sull’economia statunitense. Ci sono molti fattori che possono influenzare l’offerta e la domanda di petrolio, ma gli analisti tendono a concentrarsi su una cosa: il calo della domanda dalla Cina.

La Cina è il più grande consumatore di petrolio al mondo e lo è da diversi decenni. Ciò significa che se la Cina subisce una grave interruzione dell’approvvigionamento, i prezzi negli Stati Uniti seguiranno l’esempio. Con il prezzo del petrolio previsto in calo, la Cina sperimenterà probabilmente un grave rallentamento economico e una perdita di competitività sui mercati internazionali.

Tuttavia, la Cina non è l’unica fonte di petrolio. I paesi del Medio Oriente come Iran, Venezuela, India, Arabia Saudita e Kuwait cercheranno tutti di assicurarsi la propria quota di mercato petrolifero per soddisfare la crescente domanda. Anche se i prezzi del petrolio dovrebbero aumentare, il dollaro USA rimarrà forte perché il dollaro USA è ancora considerato la “valuta di riserva mondiale”.

Poiché gli indicatori economici continuano a indicare una costante ripresa dell’economia statunitense, gli investitori dovrebbero considerare la possibilità di trarre un grande profitto dalla flessione delle attuali condizioni economiche investendo nel mercato. Con l’aumento del prezzo del petrolio, gli investitori saranno in grado di catturare molti potenziali profitti aumentando il loro acquisto di petrolio a prezzi inferiori.

Tuttavia, c’è un grande avvertimento quando gli investitori iniziano a guardare i prezzi del petrolio e come possono influenzare l’economia degli Stati Uniti. Infatti, quando il prezzo del petrolio supererà i 100 dollari al barile, molti analisti prevedono che l’economia americana inizierà a vacillare perché il vincolo di offerta che impediva l’aumento dei prezzi in passato si indebolirà. In altre parole, i prezzi torneranno a salire e gli investitori dovranno ricorrere nuovamente a fonti di energia alternative per soddisfare le loro esigenze.

Anche se sembrerebbe ovvio che i prezzi del petrolio abbiano un impatto importante sull’economia, ciò non significa che gli investitori dovrebbero saltare ciecamente a investire nel petrolio. C’è ancora un grande potenziale per enormi profitti chiudendo un occhio su questo settore e concentrandosi su altri segmenti dell’economia globale che potrebbero subire una recessione o addirittura una recessione.

L’analisi fondamentale è un elemento chiave in qualsiasi strategia di investimento e dovrebbe essere trattata come tale. Anche se si spera di realizzare un grande profitto, sarebbe meglio aspettare che l’economia si stabilizzi prima di investire in petrolio e poi sfruttare l’opportunità concentrandosi su altri settori che potrebbero vedere cambiamenti sostanziali.